"Ad un mondo migliore si contribuisce soltanto facendo il bene adesso ed in prima persona, con passione e ovunque ce ne sia la possibilità".Benedetto XVI : Deus caritas est

lunedì 18 giugno 2018

Il governo presenta il bilancio di previsione 2018/19.

E' stato presentato al parlamento ruandese il progetto di bilancio preventivo per l'anno fiscale 2018/19 che prevede un totale di bilancio di 2.443,5 miliardi di Frw, pari a circa 2,4 miliardi di euro, in aumento di  328,2 miliardi di Frw rispetto all'esercizio precedente.Sul fronte delle entrate, il governo prevede di finanziare il 67,5% del budget 2018-19 attraverso le risorse interne, il 16% attraverso i prestiti e il residuo 16% attingendo agli aiuti esteri.L'apporto delle entrate fiscali è stimato in 1.351,7 miliardi di Frw, con un incremento di 151,4 miliardi di Frw rispetto al dato rivisto del bilancio precedente. Le entrate non fiscali sono stimate in 155,7 miliardi di Frw. Come sottolineato dalla nota società di revisione, KPMG Rwanda, il governo è rimasto coerente nel suo obiettivo di ridurre la dipendenza dagli aiuti e di finanziare il bilancio nazionale interamente con risorse interne.
Il ministro  delle finanze conomica, Uzziel Ndagijimana, ha anche ricordato che le sovvenzioni esterne totali sono stimate a 396,3 miliardi di Frw rispetto ai 352,9 miliardi  del bilancio rivisto del 2017/18 e che i prestiti esterni totali sono stimati a 402,2 miliardi di Frw nel 2018/19 rispetto a 74,9 miliardi di Frw del Budget rivisto per il 2017/18. Ha inoltre ribadito il costante impegno del governo per aumentare le risorse interne al fine di ridurre gradualmente la dipendenza del paese dalle sovvenzioni esterne.
Sul fronte della raccolta fiscale la politica governativa, in luogo di aumentare le tasse, il nuovo bilancio mira a migliorare l'efficienza fiscale, ad aumentare la conformità e ad ampliare la fascia di contribuzione fiscale.Non sono stati annunciati importanti cambiamenti della politica fiscale, nonostante gli obiettivi di aumentare le entrate fiscali inclusi nel bilancio 2018/19.Tuttavia, la Rwanda Revenue Authority (RRA) afferma che si baseranno sulle misure adottate negli ultimi anni e attueranno una serie di riforme amministrative per aumentare l'efficienza.Tra le nuove vie di entrate fiscali vi è un'imposta sulle plusvalenze pari al 5 per cento delle vendite o del trasferimento di azioni. Ciò significa che la vendita diretta e indiretta di azioni in una società ruandese è ora considerata come reddito imponibile.Il budget 2018/2019 sta anche cercando di restringere le restrizioni sulla deduzione delle spese per la determinazione del reddito imponibile.Si prevede inoltre che le importazioni di abbigliamento di seconda mano concorreranno ad aumentare le entrate, poiché le importazioni di vestiti usati saranno tassate a $ 4 / kg  contro il precedente $ 2,5 / kg.I rivenditori di scarpe di seconda mano ora pagheranno $ 5 / kg da $ 0,4 nell'anno fiscale in corso.Questo fa parte di una mossa della comunità dell'Africa orientale per incoraggiare lo sviluppo dell'industria dell'abbigliamento locale. Le politiche di spesa pubblica nell'anno fiscale 2018/19 sono guidate dalle priorità e dagli obiettivi della Strategia nazionale per la trasformazione (NST1), garantendo nel contempo un'allocazione adeguata per migliorare l'erogazione dei servizi in tutti i settori. A tal fine, si prevede che le spese ricorrenti aumenteranno da 1.130,7 miliardi di Frw nel bilancio riveduto del 2017/18 a 1.226,1 miliardi di Frw nell'anno fiscale 2018/19.La spesa per i progetti di sviluppo finanziata a livello nazionale è destinata ad aumentare di 68,3 miliardi di Frw, passando da 481,3 miliardi di FRW nel 2017/18 di bilancio previsto a 549,6 miliardi di FRW nel 2018/19. Con questo aumento, la priorità è completare i progetti in corso e finanziare quelli nuovi come previsto nella Strategia nazionale per la trasformazione (NST1). Presentando il bilancio nazionale 2018-19 alla sessione parlamentare congiunta, il ministro Ndagijimana ha sottolineato che in generale i piani economici incentrati sul bilancio 2018-19 e a medio termine si concentreranno sulla creazione di posti di lavoro attraverso rapida industrializzazione per ridurre l'attuale alto tasso di disoccupazione tra i giovani, da cui il tema: "Industrializzazione per la creazione di posti di lavoro e prosperità condivisa", concordato da tutti i ministri delle finanze della CEA-Comunità dell'Africa Orientale per dimostrare l'impegno totale della regione per la creazione di posti di lavoro.Il progetto di legge finanziaria 2018/19 è conforme al documento quadro di bilancio 2018/19 - 2020/21 presentato al Parlamento il 30 aprile 2018 ed è stato modificato per riflettere le azioni raccomandate dal Parlamento presentate il 30 maggio 2018.

Nessun commento: